Centro Benessere Psicofisico SAVASANA

Telefono: 06 70614022

Orari di segreteria: dal LUNEDI al VENERDI, ore 16-20
il Centro è aperto negli orari dei corsi e delle attività

Corso di Mantra Yoga

La parola Mantra deriva dal sanscrito dell’India antica e definisce una pratica spirituale la cui origine si perde nella notte dei tempi. Significa letteralmente ‘salvare la mente dalla sofferenza e dalla malattia’ e per la precisione è composta da due suffissi: 

MAN che significa mente, pensiero, intelletto, atto del pensare, respiro, anima

TRA che significa che libera, che compie, che agisce, che protegge

E’ prevista dunque un’azione, un vero e proprio atto di volontà sostenuto dall’intenzione di trascendere la dualità del piano terreno attraverso lo Yoga, ovvero ‘l’unione col Divino’.  


Durante la pratica del mantra yoga la nostra mente fa di tutto per suggerirci che la ripetizione è noiosa e che stiamo perdendo il nostro preziosissimo tempo in un’azione ossessiva ed inefficace.

Questo opporre resistenza dall’interno avviene perché in realtà la mente seduta sul trono della nostra esistenza vigila costantemente sui suoi domini e non ha alcuna intenzione di essere spodestata. In questo modo può continuare a governare ogni nostra attività spesso in alleanza ad eserciti di inutili pensieri circolari negativi che cristallizzano in preoccupazioni cariche di ansia. 

Chi pratica il mantra yoga sa che una volta superata questa fase iniziale, il mantra diventa una chiave per aprire la via d’accesso all’infinito spazio interiore, finalmente silenzioso e tanto creativo quanto inesplorato. 

Si tratta di un processo graduale che diventa efficace quando è saturato dalla giusta intenzione ovvero la capacità di evocare dalle profondità dell’essere quel potere (già insito nel subconscio dell’uomo) di ‘stare’ nel momento presente con una intensità tale da rimuovere i blocchi, aprendo il cuore e ricreando il futuro fuori dai soliti schemi.


Il sistema respiratorio, necessario all’uso della voce in generale, spesso subisce blocchi ed alterazioni al suo ritmo naturale dovute all’accumulo di stress ed emozioni negative con conseguenze inevitabili sulla fonazione. La voce umana è un atto di presenza, come dire ‘io ci sono, sono qui’, la testimonianza del respiro che ci anima, una manifestazione della vita dentro di noi che esprime la verità assoluta del suono, il nostro suono

Respirare -usare la voce-emettere suoni è il primissimo atto spontaneo del neonato, e per questo nella parola stessa MAN-TRA è già implicito un universo simbolico di contenuti che, aldilà di lunghe spiegazioni intellettuali, soltanto la pratica ci può rivelare.


Riflessologia plantare
Share by: